Tristia: Giorgio Zalateo e Umberto Albini

Scomparsi due ottimi esponenti della Filologia Classica Italiana: Giorgio Zalateo e Umberto Albini

Tra il dicembre 2010 ed il gennaio 2011 ci hanno lasciati due ottimi esponenti della nostra Filologia Classica: due bravi Studiosi e due eccellenti persone.

 

Giorgio Zalateo è scomparso il 29/12/2010. Era l’ultimo allievo della grande Medea Norsa. Ricordo a questo proposito che accettò con pronto entusiasmo la mia proposta di delineare un breve profilo della sua maestra per la ristampa di una serie di suoi articoli da me curata nel 1993. Zalateo in quell’occasione scrisse della Norsa: «fu proprio quella familiarità che mi permise di conoscere, apprezzare, ammirare di Lei altre grandi doti: la semplicità, la gentilezza, la rara modestia, che non faceva sentire la Sua eccezionale dottrina e competenza». Le doti della semplicità, della gentilezza, della modestia e della dottrina caratterizzarono anche la vita dell’allievo Zalateo.

La Ricerca papirologica aveva occupato parte della sua attività di Studioso. Di lui ricordiamo, tre l’altro, le Ricerche sui papiri contenenti testi scolastici, che hanno munito la strada a successivi Studiosi.

Oltre che allo studio, egli dedicò la sua esistenza all’insegnamento del Greco e del Latino nei Licei. Fu Presidente della Delegazione Giuliana della nostra Associazione.

 

Umberto Albini è scomparso il 25/1/2011, dopo un avita intensamente dedicata alla Ricerca e all’insegnamento universitario. Eccellente Filologo Classico e Grecista, egli insegnò in una serie di Università italiane e straniere (Barcellona, Bonn, Colonia, Firenze, Londra). Fu titolare della Cattedra di Letteratura Greca nell’Università di Genova. Tra i suoi studi ricordiamo soprattutto quelli dedicati al teatro Greco. Egli tradusse molti testi del Teatro greco, che furono rappresentati nei teatri di tutta l’Italia.

Varia, con preghiera di diffusione tra i Soci

 

Cari Presidenti,

 

vi scrivo per darvi una serie di comunicazioni:

 

Continua la lettura.

Ripristinate le prove scritte agli Esami di Stato

 

L'AICC saluta con soddisfazione la notizia che il Ministero dell'Istruzione ha deciso di ripristinare, per il prossimo a.s. 2021/22, le prove scritte negli Esami di Stato conclusivi del quinquennio delle scuole superiore: così risulta nella "Ordinanza sul calendario delle festività e degli esami per l'anno scolastico 2021/22" pubblicata oggi sul sito ministeriale (a questo link un articolo di stampa sulla questione: Maturità 2022, tornano gli scritti. Partenza tardiva il 22 giugno. Tutte le festività regione per regione - Corriere.it). Ciò avviene dopo settimane in cui si rincorrevano varie dichiarazioni pubbliche da parte del Ministro competente sull'intenzione o la possibilità che l'attuale formula d'esame senza prove scritte, attuata lo scorso anno solo per l'emergenza Covid e rinnovata quest'anno pur in presenza di una situazione migliore, fosse mantenuta in vigore anche per il futuro.

 

Ci piace pensare che questo cambio di rotta (o, meglio, questo ritorno alla buona rotta precedente) sia stato favorito anche dalla petizione dapprima pubblicata dalla prof.ssa Ilaria Razzini, e poi promossa dalla Delegazione AICC di Pavia e a sua volta diffusa, rilanciata e sostenuta dalla AICC nazionale e dalle Delegazioni locali.

Ai Presidenti, con preghiera di diffusione tra i Soci

 

Cari Presidenti,

 

Vi invio un articolo apparso sul Foglio del 17 luglio segnalatomi dal Prof. Presutti, Presidente della Delegazione di Pescara sulla "cancel culture", che comincia a diventare qualcosa di preoccupante e su cui dobbiamo vigilare tutti.

 

Cari saluti

Mario Capasso

Consulta l'articolo.

Ai Presidenti, con preghiera di diffusione tra i Soci

 

Cari Presidenti,


mi permetto di inviarvi un articolo di Franca Giansoldati apparso sul Messaggero del 10 luglio u.s. L'articolo trae spunto dalla così detta "cancel culture", la follia dissacratoria che si sta particolarmente diffondendo negli Stati Uniti e in Europa e che colpisce la nostra amata cultura classica. L'articolo si sofferma sulle Eumenidi di Eschilo, rappresentate quest'anno a Siracusa. Esso contiene interessanti considerazioni: per questo ho il piacere di diffonderlo tra i nostri Soci.

 

Molti cari saluti

Mario Capasso

 

Leggi l'articolo

Catalogo delle pubblicazioni della Lorenzo Valla

 

Consulta la notizia

In primo piano

Appuntamenti

• 25.06.2021 - online
Lectio Magistralis di S. Tafaro

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Associazione Italiana di Cultura Classica, Centro di Studi Papirologici dell'Università del Salento. Complesso Studium 2000, Edificio 5, via di Valesio, 73100 Lecce - Italia - Codice fiscale: 95018950634